Nota Biografica

Niccolò Mandelli Contegni, nasce a Varese nel 1967. Terminati gli studi in legge, ha inizio per lui una stagione importante, quella dei lunghi viaggi. Spinto dalla volontà di scoprire ciò che esiste altrove e di migliorare la conoscenza di sé e dell’altro, attraversa i continenti fino a quando approda in Sudamerica. Qui trova una terra carica di fascino e di contraddizioni da cui è attratto in particolar modo. I primi paesi nei quali si stabilisce- dal 1995 al 1997- sono il Brasile e la Colombia. Si dedica allo studio delle culture precolombiane e da autodidatta inizia a scolpire i legni tropicali che il mare lascia sulla spiaggia. Nel 1998 attraversa la Costa Rica, il Nicaragua e il Guatemala; è questo l’anno dei primi grandi legni dalle linee morbide e sinuose. In Costa Rica conosce uno scultore locale con il quale stringe una sorta di sodalizio artistico. Insieme vanno alla ricerca dei legni e si spingono fin dentro le foreste e negli alvei dei fiumi durante la stagione secca. Dal 1999 al 2000 si sposta tra Perù e Bolivia, realizzando una serie di totem con legni molto duri, mitiche figure dalla verticalità accentuata. Lavora con passione e determinazione ormai certo che la scultura sia per lui il senso della vita. Nel 2001 raggiunge Panama e l’Ecuador, per poi fare ritorno in Costa Rica; il nuovo millennio vede nascere le prime forme antropomorfe sempre realizzate con legni di grandi dimensioni, duri, contrastati e dai colori particolari. Mantiene vivi i contatti con la terra di origine inviando in Italia molte delle opere realizzate nel corso degli anni, attraverso grandi container e navi mercantili. Si accosta anche alla lavorazione del marmo e intorno ai trent’anni decide di approfondire la tecnica; a tal fine soggiorna per un periodo vicino ad Urbino. Dopo aver appreso le varie metodologie per la lavorazione, torna a Varese e apre uno studio sul lago, un luogo che gli è caro fin dagli anni dell’infanzia. Presso le  Fornaci di Cunardo, dove sperimenta per breve anche la ceramica cotta nei forni, incontra lo scultore milanese Giancarlo Sangregorio, frequenta il suo studio di Sesto Calende e ha così modo di confrontarsi con un grande esponente della scultura contemporanea. Gli spazi del Sudamerica, in particolare l’amore per le Ande e le culture andine, lo portano a non interrompere mai i contatti con quelle terre dove continua a cercare i legni. Negli ultimi anni l’interesse per le arti primitive lo avvicina maggiormente anche all’Africa. Nel percorso così singolare, riesce a elaborare gli elementi originali del proprio linguaggio artistico dove il dato biografico diventa la prima lettera di un alfabeto scolpito nelle opere.

Vive e lavora a Varese.

 

 

Esposizioni personali e collettive

2015 "Sculture e Disegni",Il cacciatore di radici, Galleria Palmieri - Busto Arsizio, Varese

 

2015 "ArteFiera Bologna" ,Morotti Arte Contemporanea -Daverio,Varese

 

2014 "Affordable Arte Fiera", Milano, Morotti Arte Contemporanea - Daverio,Varese

 

2014 "ArtVerona", Morotti Arte Contemporanea - Daverio,Varese

 

2014 "ArtePadova", Morotti Arte Contemporanea - Daverio,Varese

 

2014 "ArteGenova", Morotti Arte Contemporanea - Daverio, Varese

 

2013 “Ritorni”, mostra personale - Morotti Arte Contemporanea – Daverio, Varese

 

2013 “Affordable Arte fiera”, mostra collettiva - Morotti Arte Contemporanea – Daverio, Varese

 

2012 “Futuro Arcaico”, mostra personale - Chiostro di Voltorre, Gavirate, Varese

 

2012 Mostra personale - Galleria Arte+, Bologna

 

2012 Mostra personale - Banca Cesare Ponti - Varese

 

2012 “Versi in fuga”, mostra collettiva - Spazio Binario 7 - Monza

 

2010 Settima Biennale Internazionale di scultura della Regione Piemonte - mostra collettiva – Torino, a cura di C. Cerritelli e M. Corgnati

 

2009 “Legami di spazio” mostra personale - Galleria Spaziotemporaneo
Testo critico a cura di C. Cerritelli - Catalogo

 

2009 “Il filo di Arianna” mostra personale - Spazio Veratti - Varese

 

2009 “Quattro generazioni a confronto” mostra collettiva - Banco Santander - Varese

 

2009 “Acquisizioni 2009” mostra collettiva - Civico Musero Parisi Valle - Maccagno, Varese
Catalogo a cura di C. Rizzi

 

2009 “Sintesi” mostra personale - spazio Cesare da Sesto, Sesto Calende, Varese
Testo critico a cura di F. Marcellini

 

2008 “Il rumore del silenzio” mostra collettiva - Villa Imbonati Cavallasca - Como
Catalogo a cura di L. Cavadini

 

2008 “Corpi” mostra collettiva - Villa Durazzo - Santa Margherita Ligure, Genova

 

2007 “Arte x Arte” mostra collettiva - Giubiasco, Svizzera

 

2006 “Mimmo Rotella e gli artisti del lago” mostra collettiva
Chiostro di Voltorre - Varese - Catalogo a cura di L. Schiroli

 

2006 “Di legno e di spirito” mostra personale - Galleria Spazio Zero - Gallarate, Varese

 

2005 “Da testimoni a testimoni” mostra collettiva Galleria Ghiggini – Varese

 

2005 “Scultura Lombarda nel Seprio” mostra collettiva Monastero di Torba
(proprietà FAI) - Gornate Olona, Varese - Catalogo a cura di L. Cavadini

 

2005 “Sculture” mostra personale - Galleria Mosaico - Chiasso, Svizzera
Catalogo, testo critico di L. Cavadini